Notizie

Chiusura sezione

Care socie e cari soci.Si segnala che in concomitanza con le scadenze elettorali del'8/9 giugno, la sezione rimarrà chiusa la prossima settimana

Gli 80 anni dell'ANPI (1944 - 2024)

Care socie e cari soci

Il 6 giugno 2024, l'ANPI compirà i suoi primi ottant'anni!

Dopo la liberazione di Roma dai nazifascisti avvenuta fra il 4 e 5 giugno 1944, il CLN del Centro Italia diede vita alla nostra associazione.

Il 5 aprile 1945 con decreto luogotenenziale n.224 le veniva conferita la qualifica di Ente morale.

Il 4 giugno 1945 con la liberazione del nord veniva costituita a Milano dal CLN l’ANPI Comitato Alta Italia.

Il 27 giugno dello stesso anno i due Comitati si fondevano per dar vita all'ANPI Nazionale.

Ricordiamo tutti insieme il 6 giugno in un momento non facile per la democrazia italiana con rigurgiti neofascisti e guerre in corso operando per un'Italia antifascista, per la pace, nel ricordo di coloro che combatterono per la nostra libertà, in difesa dei valori costituzionali oggi seriamente messi in discussione con le proposte di legge su premierato e autonomia differenziata.

Fiaccolata del 24 Aprile

Buongiorno a tutti e tutte,

come ogni anno ci sarà il corteo con fiaccolata da Piazza Arbarello con  partenza ore 20:00per giungere in  piazza Castello.

Con la presente invitiamo tutti a partecipare e raccomandiamo – per motivi di sicurezza – di presentarsi entro le ore 19:30.

Fatevi portavoce presso i vostri iscritti, amici e conoscenti affinché la fiaccolata sia di grande partecipazione!

Un saluto antifascista!

ANPI PROVINCIALE TORINO

P.S.:

In allegato il testo integrale dello scrittore Scurati.

Leggetelo ai partecipanti in occasione delle manifestazioni ufficiali del XXV APRILE!

Clicca qui per leggere il testo integrale

Incontro con la sezione ANPI Eusebio Giambone di Camagna Monferrato

Il 17 aprile a Cavagna Monferrato, paese dove nacque nel 1903 Eusebio Giambone, ci siamo incontrati con la locale sezione ANPI  nata nel 1999 e anch’essa intitolata a Eusebio Giambone.

La visita è stata molto interessante. Ci siamo fermati davanti al monumento a ricordo dei caduti partigiani e visitato la sede della sezione.

E’ seguita la visita al Museo della Resistenza del Monferrato, inaugurato il 5 aprile di quest’anno, data in cui ricorreva l’80° anniversario della fucilazione al Sacrario del Martinetto di sette componenti del Comitato Militare regionale del CLN, fra i quali Eusebio Giambone.

La casa della famiglia Giambone è stata infatti trasformata, dopo un lungo percorso, in sede del museo che raccoglierà documenti e libri sul periodo del fascismo e della resistenza e che ospita anche un Centro di documentazione storica.

Al termine abbiamo concordato di proseguire nei rapporti tra le due sezioni, estendendo anche a qualche scolaresca la possibilità di conoscere questo paese ricco di storia e di testimonianze partigiane.

Assemblea della Sezione

Care socie e cari soci, venerdì 19 pomeriggio si terrà l’Assemblea ordinaria della nostra sezione per approvare il bilancio come da convocazione che segue. In tale occasione presenteremo l’idea di creare una piccola biblioteca della sezione e si procederà anche all’estrazione a sorte di libri fra i soci che hanno rinnovato la tessera. 

L’assemblea della sezione ANPI Eusebio Giambone è convocata

in prima convocazione Venerdì 19 aprile 2024 alle 07,00 e

in seconda convocazione Venerdì 19 aprile 2024 alle ore 16,30
presso la sede di via Mazzini 44

con il seguente ordine del giorno

1.    Comunicazioni della Presidente
2.     esame e approvazione del conto economico 2023 e relativa nota integrativa (rendiconto)
3.    esame e approvazione del conto economico previsionale 2024 e relativa relazione di accompagnamento
4.    varie ed eventuali 

La Presidente

Laura Marchiaro

I documenti relativi all’ordine del giorno sono consultabili presso la sede della sezione

Proiezione documentario ''Gli otto del Martinetto'' – regia di Alessandro Rocca

Proiezione nell’ambito di un pomeriggio realizzato in collaborazione tra Istoreto, Anpi provinciale e Archivio nazionale cinematografico della Resistenza. Dedicato all’anniversario.
Alla proiezione segue un concerto di musica da camera e letture dalle ultime lettere proposte dall’Anpi.

Quando: 5 aprile ore 17.00
Dove: Palazzo di Città, in sala delle Colonne – Torino
Con Alessandro Rocca, regista,  Barbara Berruti, Chiara Colombini, autrice  
Saluti di Alice Ravinale, Paolo Borgna, Nino Boeti e Paola Olivetti.

A ottant’anni di distanza dalla fucilazione al Poligono di Tiro del Martinetto degli otto componenti del Comitato militare regionale piemontese, Istoreto (Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti”) attraverso le carte del suo archivio, ha voluto ripercorrere le storie di quei protagonisti, sottolineandone il ruolo decisivo nell’organizzazione della Resistenza.

Nei primi giorni dell’aprile 1944 il processo e la fucilazione sembrano avere decapitato la Resistenza piemontese, che riesce
nonostante tutto, a ricostruirsi nei mesi successivi. Questa vicenda segna profondamente, allora e in seguito, la città e a guerra ancora in corso il Martinetto è pensato come luogo della memoria, così come oggi strade e piazze portano i nomi degli otto partigiani.

Gli otto del Martinetto, un documentario di Alessandro Rocca, Barbara Berruti, Chiara Colombini e Carlo Greppi, in collaborazione con Andrea D’Arrigo. Musiche di Fabio Barovero.

5 Aprile anniversario del Martinetto

Il 5 aprile ricorre l'ottantesimo anniversario del Martinetto. In tale occasione saremo, come sempre, presenti alla cerimonia al Poligono del Martinetto dove è avvenuta la fucilazione  dei componenti del Comitato Militare del CLN piemontese .E' previsto un successivo incontro alla Sala delle Colonne del Comune di Torino. Come sapete la nostra sezione è intitolata a Eusebio Giambone, uno dei caduti in quel giorno.
Vi comunichiamo che venerdì 29 la nostra sede è chiusa.
Vi auguriamo Buona Pasqua e speriamo di vedervi presto

Tesseramento 2024

Venerdì 8 Marzo, dalle ore 15:30 alle 18:30, presso la Sede della Sezione si terrà la giornata del tesseramento.Vi aspettiamo.

Cessate il fuoco in Palestina e in Ucraina 

Il Coordinamento per la pace torinese in occasione dei due anni dall'inizio del conflitto in Ucraina e della terribile situazione in cui vive il popolo palestinese ed in particolare di Gaza, aderendo alla piattaforma internazionale sottoscritta da centinaia di associazioni, indice per venerdì 23 febbraio 2024 con ritrovo alle ore 20,00 in piazza Albarello, una fiaccolata che terminerà in piazza Castello.


Il Comitato Provinciale Torinese dell'ANPI aderisce all'iniziativa ed invita alla massima diffusione e partecipazione all'evento , colorando la piazza con i nostri fazzoletti, le nostre bandiere e quelle della pace.


Si allega il manifesto ed il documento sottoscritto a livello locale


PRESIDENTE ANPI PROVINCIALE TORINO

NINO BOETI


Link: https://www.arcitorino.it/notizie/6456/cessate-il-fuoco-in-palestina-e-ucraina-giornata-nazionale-di...

1944. Deportazione politica e Resistenza in Piemonte

La nostra Sezione organizza Venerdì 16 febbraio 2024 alle ore 17,30 presso l’Unione Culturale Franco Antonicelli in via Cesare Battisti 4 a Torino l’incontro pubblico sul tema “1944. Deportazione politica e Resistenza in Piemonte”. Interverranno gli storici Barbara Berruti, direttrice dell’Istoreto “Giorgio Agosti” e Bruno Maida, professore di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino. I lavori saranno introdotti da un saluto di Daniele Valle, vicepresidente del Consiglio regionale e presidente del Comitato Resistenza e Costituzione.

La vicenda dei deportati politici italiani, condotti dall'Italia nei campi di concentramento del Terzo Reich per la loro opposizione al regime nazifascista tra l'8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945, rappresenta una delle pagine più dolorose e drammatiche di quell’epoca, accanto al dramma della popolazione ebraica e dei militari che vennero deportati dopo il rifiuto di aderire alla repubblica fascista di Salò. Nei vari campi in cui gli antifascisti e i partigiani furono detenuti erano contrassegnati da un triangolo rosso e sottoposti a un durissimo regime carcerario e di lavoro coatto che causò per molti la morte. Le preziose testimonianze, orali e scritte, di Lidia Rolfi sulla deportazione femminile e l’immane lavoro di ricostruzione del fenomeno da parte di Italo Tibaldi sono alla base delle successive ricerche storiche. L’evento è patrocinato dal Consiglio regionale del Piemonte e dal Comitato Resistenza e Costituzione.

ANPI Sezione “Eusebio Giambone”

Caccia ai nazisti

Vi alleghiamo la locandina di un incontro, organizzato dall'Istoreto in collaborazione con la nostra sezione, che si terrà il 31 gennaio al Polo del Novecento. Si tratta di un'occasione unica per approfondire il tema delle stragi nazifasciste in Italia. Marco De Paolis è il procuratore generale militare che per anni ha perseguito i militari tedeschi responsabili delle stragi, comminando 57 ergastoli.
Sperando di incontrarvi in tale occasione, vi inviamo cari saluti.

È aperta a Torino, a palazzo Chiablese, fino al 25 febbraio, la mostra “AFRICA. Le collezioni dimenticate”. Una mostra importante, che offre preziosi spunti per una riflessione sul nostro passato di paese colonizzatore.

Presentazione del libro ''Espulso per tradimento''

Il 1° dicembre 2023, presso la ns Sede presenteremo il libro di Aldo Agosti e Marina Cassi "Espulso per tradimento''. Storia di un detenuto comunista che chiese la grazia al duce".Dialoga con gli autori Giancarlo Quagliotti.
Sarà anche l'ultima occasione per rinnovare la tessera 2023 per chi non avesse ancora potuto farlo.

Incontro con il Comitato per il diritto alla tutela della salute e alle cure

Il 24 novembre 2023 alle ore 18:30 in via Mazzini, 44  si terrà un incontro con il "Comitato per il diritto alla tutela della salute e alle cure", a cui ha aderito anche la nostra sezione.

La Sezione riapre

Carissim*, da questa settimana riprende l'attività della sezione, riprendono quindi anche le aperture settimanali del venerdì pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00. Speriamo di presentarvi presto anche un calendario di iniziative, Per intanto vi segnaliamo che martedì 26 settembre alle ore 17,30 presso il Polo del Novecento, Palazzo San Celso, Chiara Colombini e Giovanni de Luna presentano il libro "Espulso per tradimento. Storia di un deputato comunista che chiese la grazia al duce" dei nostri soci Aldo Agosti, storico e Marina Cassi, giornalista. 

25 Aprile 2023

Giovedì 20 aprile abbiamo deposto un fiore alle lapidi custodite nel cortile di palazzo San Celso, sede del Museo diffuso della Resistenza, Tempio della memoria dei caduti del CLN e di operai delle fabbriche torinesi per la Resistenza

Iniziative della sezione per il 25 Aprile 2023

Pubblichiamo in sintesi l’elenco delle principali iniziative organizzate dalla nostra sezione a cui partecipiamo in occasione del 25 Aprile. Di seguito nell’allegato troverete anche il testo:
  “25 Aprile,il miracolo della libertà” dello scrittore Marco Travaglini membro del nostro direttivo. Un contributo molto significativo nel discorso pubblico di questi giorni e nella riflessione che accompagna l’ impegno per le celebrazioni di una data fondante della nostra vita civile e istituzionale, della nostra democrazia.
Certe di incontrarvi numerosi /e vi inviamo il nostro saluto fraterno.

Presentazione del libro di Bruno Maida

Venerdì 14 Aprile 2023 alle ore 17:30 si terrà la presentazione del libro di Bruno Maida ''La Shoah dei bambini'' presso la Sede di Via Mazzini, 44c

Requiem per la Bosnia

Giovedì 30 marzo alle ore 17:00 (attenzione: è un giovedì, anziché il solito venerdì) si terrà in sede un incontro pubblico intitolato "Requiem per la Bosnia" a trent'anni dall'assedio di Sarajevo e dal conflitto che insanguinò il cuore dei Balcani occidentali. Saranno presenti il fotoreporter Paolo Siccardi che con i suoi scatti documentò l'assedio più lungo della storia moderna e il giornalista Marco Travaglini, autore di testi e libri sulle vicende della ex Jugoslavia e nostro socio nonchè autore del Blog presente sul nostro sito web "Note a margine". In allegato trovate la locandina.
Sarà anche l'occasione per chi non ha ancora potuto farlo per rinnovare la tessera dell'Anpi. Si ricorda che la sede è aperta dalle ore 16:00
un caro saluto

In ricordo della Partigiana Gisella Giambone

Venerdì 17 marzo alle ore 17:30, presso la Sede di Via Mazzini, 24 ricorderemo la nostra Presidente onoraria recentemente scomparsa
con le parole di Maria Grazia Sestero, Marina Cassi e Giancarlo Quagliotti.

Sarà presente Viola Invernizzi, nipote di Gisella.
Nell'occasione verrà presentato l'opuscolo che ricorda Eusebio Giambone e Gisella.

Conferimento del Titolo "Scuola Amica dell'Anpi" all'Istituto Comprensivo Statale Niccolò Tommaseo

"La Tommaseo “sроsа" l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, e apre la prima collaborazione di questo genere in Piemonte destinata a fare proverbialmente scuola, in modo da tenere viva la memoria dell'antifascismo e della lotta all'antisemitismo tra le nuove generazioni. Il 14 febbraio, il giorno di San Valentino, l’Istituto ospiterà i vertici regionali ANPI che consegneranno l’attestato di Scuola Amica dell’ANPI".

Giorno della Memoria

Nel Giorno della Memoria, che ogni anno rinnova da parte di istituzioni, associazioni, singoli cittadini la volontà di non dimenticare e di trasmettere alle nuove generazioni la conoscenza dello sterminio del popolo ebraico messo in atto dal nazismo con determinazione e spietatezza, la sezione ANPI Eusebio Giambone, impegnata costantemente a diffondere i valori del l’antifascismo e dell’ uguaglianza fra ogni essere umano, affronta un tema fra i più dolorosi e sconvolgenti fra quelli che hanno segnato il periodo del nazismo in Europa, la sorte toccata a migliaia di bambini.

L'iniziativa si svolgerà il 17 febbraio prossimo

Intervento di Maria Grazia Sestero in occasione del funerale di Gisella Giambone

Io perdo un’amica, ma tutti noi perdiamo una compagna, una partigiana, la partigiana “Anna” della brigata Curiel.Gisella inizia la sua attività nella Resistenza nel ’44; pochi mesi prima Eugenio Curiel nel ’43 fonda il “Fronte della Gioventù per l’indipendenza nazionale e per la libertà” e organizza la Resistenza dei giovani e dei giovanissimi, impegnandoli nel volantinaggio, nella diffusione della stampa clandestina nelle scuole, presso gli uffici, sui posti di lavoro, nel sostegno alle SAP, agli scioperi, ma soprattutto scoraggiando i giovani a rispondere alle coscrizioni della RSI e indirizzandoli invece verso le bande partigiane.
Ragazze e ragazzi sono stati così un tessuto di sostegno della Resistenza, che ha costituito la base sociale e la forza dei combattenti armati e reso possibile la vittoria sul fascismo.
Gisella e la sua famiglia hanno vissuto l’esilio in Francia, il confino a Castel Baronia, di cui Gisella è diventata cittadina onoraria, e il sacrificio della vita, del Papà Eusebio Giambone, medaglia d’oro al valor militare, “luminosa figura di combattente per la libertà” (come recita la motivazione dell’onorificenza), antifascista e poi membro del C.N.L. e dello zio, Vitale Giambone, caduto in Spagna combattendo contro i franchisti.
Il padre, nella lettera alla moglie, una delle due bellissime lettere, alla moglie e a Gisella, con cui dà l’addio prima della fucilazione al Martinetto con gli altri membri del CLN piemontese, dice: “Ad ogni modo siamo una famiglia predestinata a dare tutto per la causa…”, e così è stato: una scelta.
Una storia animata da ideali, ma una storia di sofferenze terribili e di dolori, che non ha fatto però perdere a Gisella la serenità, il gusto della vita, la gioiosa capacità di donarsi.
Fino all’ultimo presente nelle scuole, nei dibattiti, ovunque la sua parola servisse ad orientare alla vita, attraverso la memoria di quando giovanissima raccoglie l’impegno del padre ed entra nella Resistenza.
Cara Gisella, ti accompagna l’amore di tutti per la tua presenza generosa, mai presuntuosa, per la tua militanza, priva di qualsiasi ambizione.
Chi l’ha conosciuta decenni fa, come me, nel PCI, sentiva riverenza per la storia che portava in sé, la Resistenza e la lotta partigiana per la libertà; era parte di quel pantheon di madri e padri della repubblica democratica che costituiva la forza di tutti noi, come ancora oggi.
Nelle tante ore passate insieme per gli impegni e anche per amicizia con lei e con Piero, ho scoperto le doti umane, la semplicità con cui portava il peso e l’importanza di quella storia di lei e della sua famiglia.
Oltre il partito, l’ANPI era la sua casa e ci stava con tratti suoi. La partigiana Gisella non praticava la retorica, il suo senso politico rendeva utile quella memoria, senza raffreddarla nel mito e nella ritualità.
Nei suoi ricordi non era mai sola, emergeva sempre la trama di relazioni, di frequentazioni tra le famiglie della Torino antifascista, operaia e comunista, la rete che ha liberato Torino dai fascisti e l’ha fatta crescere nella libertà. Siamo abituati a incontrarla in ogni celebrazione, manifestazione, iniziativa o riunione, non potrà più essere così, ora la portiamo nel nostro cuore, con le interviste, i video, il film di Segre, i racconti con cui la sua vita si fa insegnamento. Ti teniamo stretta con noi, tra le nostre braccia e nel petto e ti ringraziamo, Gisella, ti ringrazia l’ANPI e ti accompagna con le bandiere che hai amato e che ti ameranno sempre.
Onore e gloria e grande affetto alla partigiana Gisella Giambone.

Iniziative per il centesimo anniversario della strage di Torino - XVIII Dicembre 1922

- Giovedì 17 novembre ore 15,00 c/o scuola primaria Tommaseo - lezione dello storico Nicola Adduci agli alunni della classe IV D su quanto avvenuto a Torino nel dicembre 1922

- Martedì 22 novembre - la classe IV D dedica la giornata al tema del restauro delle lapidi e nel pomeriggio effettua una visita sperimentale alla lapide posta in piazza XVIII dicembre a ricordo delle vittime della Strage di Torino

- Domenica 18 dicembre - partecipazione della sezione alla solenne commemorazione in piazza XVIII dicembre


Presentazione del libro di Gigi Padovani

In occasione dell'assemblea della Sezione,  Venerdì 27 Maggio 2022 alle ore 18:00 si terrà la presentazione del libro di Gigi Padovani ''La liberazione di Torino'', presso la Sede della Sezione in Via Mazzini, 44

Segnaliamo l'iniziativa della Circoscrizione 1 in memoria dei caduti Antifascisti e della Resistenza. L'evento si terrà lunedì 25 aprile alle ore 10 in Piazza XVIII Dicembre.

La Sezione ANPI Torino centro Eusebio Giambone ricorda l'anniversario della Liberazione

In occasione della Giornata della Donna, Venerdì 11 Marzo 2022 alle ore 17:30 si terrà la presentazione dei libri di Bruna Bertolo, presso la Sede della Sezione in Via Mazzini, 44

Tesseramento 2022

La Sezione ANPI Torino centro Eusebio Giambone apre al tesseramento presso la Sede di Via Mazzini 44 i giorni 11 e 12 marzo (15:30 / 17:30)

In occasione del Giorno della Memoria, Martedì 8 febbraio 2022 alle ore 18:00 si terrà, presso la LIBRERIA IL BARDOTTO la presentazione del libro di Roberto Franchini

In occasione delle giornate nazionali del tesseramento all'ANPI, Giovedì 4 marzo 2021 alle  ore 17:00 si terrà la presentazione del libro ''Antifascismo quotidiano'' a cura di Carlo Smuraglia.
Sarà possibile seguire l'evento in diretta Facebook sulla pagina ANPI Provinciale di Torino e sul sito www.anpitorino.it

Tesseramento 2021

La Sezione ANPI Torino centro Eusebio Giambone apre al tesseramento presso la Sede di Via Mazzini 44 i giorni 26 e 27 febbraio (15:30 / 17:30)